Progetto Riqualificazione giardini G. Fava – Dry Art - concluso settembre 2016

Attività:

  1. rivitalizzazione del giardino G. Fava;
  2. comunicare fa bene comune - Scuola di Comunicazione per cittadini social;
  3. attività volte a riqualificare il giardino dedicato alla memoria di Graziella Fava;
  4. messa in rete di vari soggetti che operano nel distretto delle arti per creare un proficuo scambio, coinvolgendo anche cittadini singoli o riuniti in social streets, dando ai partecipanti la possibilità di progettare il proprio spazio urbano rendendoli promotori del territorio, in un'area ove sono presenti forti criticità;
  5. creare uno spazio pubblico trasparente affinché l'urbanità sia una naturale estensione di socialità, coinvolgendo nelle azioni le social street, i commercianti e le associazioni che operano sul territorio, al fine di orientare positivamente la frequentazione e favorire la creazione di beni immateriali che abbiano una ricaduta positiva.

Forme di sostegno:

  1. l'utilizzo dei mezzi di informazione dell'Amministrazione per la promozione e la pubblicizzazione delle attività;
  2. la possibilità per il cittadino, al fine di fornire visibilità alle azioni realizzate, di realizzare forme di pubblicità, secondo le modalità concordate con il Comune, quali, ad esempio, l'installazione di targhe informative, menzioni speciali, spazi dedicati negli strumenti informativi del Comune; semplificazioni di carattere procedurale in relazione agli adempimenti per l'ottenimento dei permessi, comunque denominati, o eventuali esenzioni ed agevolazioni in materia di canoni e tributi locali, strumentali alla realizzazione delle attività o all'organizzazione di piccoli eventi o iniziative di autofinanziamento o funzionali ad aumentare il coinvolgimento della cittadinanza nelle azioni di cura condivisa, (ad es. sarà possibile, previa comunicazione al Quartiere, collocare sul suolo pubblico banchetti informativi e piccoli gazebo; effettuare trattenimenti musicali nei limiti consentiti dal regolamento sulle attività rumorose, etc.);
  3. un contributo di carattere finanziario a parziale copertura dei costi da sostenere per far fronte a necessità non affrontabili con sostegni in natura, nel limite massimo di 8.000 euro.

Ambito territoriale:

Quartiere Porto

Progetto a cura di:

Ass. Dry Art

Ultimo aggiornamento: giovedì 13 ottobre 2016