Documenti

Progetto Per-corsi di memoria - Ass. AIPI - concluso aprile 2016

Il patto è stato rinnovato senza oneri per il Comune fino al 30 aprile 2016.

I premi ricevuti al concorso SottoDiciotto Film Festival 2015 di Torino dalle scuole coinvolte nel patto di collaborazione:

Sezione Concorso Nazionale Scuola Secondaria di Primo Grado

II Premio

Assegnato a Memorie. Racconti in movimento - Scuola secondaria di primo grado De Andrè, Bologna

per la capacità di leggere una testimonianza straordinaria e di reinterpretarla attraverso un lavoro di documentazione e di animazione. La giuria ha inoltre apprezzato la qualità della realizzazione che ha reso vivo un materiale di archivio.

Guarda il video

Elaborato afferente alla precedente convenzione

Menzione speciale

Assegnata a  Questa è memoria di sangue e di fuoco - Scuola secondaria di primo grado Gandino, Bologna

per la capacità di attualizzare e rendere accattivante un tema tragico e complesso.

Guarda il video

---------------------------------------------------------------------------------------------

Patto di collaborazione:

Il patto ha come lobiettivo il recupero della memoria storica.

Attività:

  1. attività di studio della storia in strada, attraverso uscite didattiche che prevedono la conoscenza, tramite lo studio della toponomastica, degli eventi che hanno guidato la storia della nostra città.
  2. rendere partecipi e consapevoli i giovani anche di origine straniera, degli eventi che hanno segnato il nostro territorio attraverso percorsi di cittadinanza attiva, offrendo loro una triplice alfabetizzazione:
  • civica, attraverso la sensibilizzazione a tematiche di alto valore simbolico e storico;
  • storica, attraverso la riscoperta materiale dei luoghi nei quali vivono;
  • linguistica per i giovani di origine straniera attraverso percorsi di approfondimento della lingua italiana su argomenti specifici;

in particolare:

  1. laboratori nelle scuole secondarie di primo e secondo grado in raccordo con la programmazione dei docenti per ampliare l'offerta didattica e formativa;
  2. produzione e realizzazione di materiali per coinvolgere i ragazzi e dare visibilità al progetto;
  3. ricerca di tutti i personaggi e luoghi della toponomastica locale che fanno riferimento alla prima guerra mondiale, alla resistenza e alle vittime di terrorismo e mafia;
  4. realizzazione e stampa di un nuovo stradario della memoria con schede esplicative per ogni protagonista delle vicende indicate;
  5. selezione di un gruppo di protagonisti rappresentativo per ogni evento e ricostruzione della biografia attraverso tutti i materiali disponibili e rintracciabili, oltre a interviste con famigliari e altri testimoni;
  6. costruzione di percorsi sul territorio e preparazione dei ragazzi come guide della memoria, per l'accompagnamento di gruppi alla riscoperta della storia dei personaggi a cui sono state dedicate le strade e le piazze delle nostre città;
  7. adozione di un luogo simbolo della memoria quale ad esempio: giardino G.Fava, Cavaticcio, Porta Lame, Galleria 2 Agosto, che si sostanzierà in:
  • percorsi di cura, manutenzione integrativa e conoscenza del monumento;
  • visite accompagnate da parte di rappresentanti dell'ANPI o di altre Associazioni;
  • iniziative artistiche ( piccolo spettacolo teatrale, elaborazione di un testo poetico o narrativo, produzione di video, animazione ecc);
  • elaborazione di materiali per utilizzi multimediali: trasmissioni radiofoniche, web (blog, social network, ecc.);
  • laboratori di videoanimazione , teatro.

Forme di sostegno:

  1. l'utilizzo dei mezzi di informazione dell'Amministrazione per la promozione e la pubblicizzazione delle attività;
  2. la possibilità per il cittadino, al fine di fornire visibilità alle attività, di realizzare forme di pubblicità, secondo le modalità concordate con il Comune, quali, ad esempio, l'installazione di targhe informative, menzioni speciali, spazi dedicati negli strumenti informativi del Comune;
  3. la formazione e/o l'affiancamento da parte di personale dell'Amministrazione o dei soggetti affidatari di contratti o concessioni, per il migliore svolgimento delle attività;
  4. semplificazioni di carattere procedurale in relazione agli adempimenti per l'ottenimento dei permessi, comunque denominati, o eventuali esenzioni ed agevolazioni in materia di canoni e tributi locali, strumentali alla realizzazione delle attività o all'organizzazione di piccoli eventi o iniziative di autofinanziamento, o funzionali ad aumentare il coinvolgimento della cittadinanza nelle azioni di cura condivisa, (es.: sarà possibile, previa comunicazione al Quartiere, collocare sul suolo pubblico banchetti informativi e piccoli gazebo; effettuare trattenimenti musicali nei limiti consentiti dal regolamento sulle attività rumorose, etc. );
  5. un contributo di carattere finanziario a copertura dei costi da sostenere per far fronte a necessità non affrontabili con sostegni in natura, nel limite massimo di € 5.800. In particolare il contributo potrà essere utilizzato per sostenere i seguenti costi: noleggio attrezzature, compensi ad esperti, materiali di di consumo e spese, trasporto alunni, spese di stampa, adozione monumento nel Quartiere Porto.

Ambito territoriale:

Quartiere Porto e Quartiere Saragozza

Progetto a cura di:

Ass. Aipi Associazione Interculturale Polo Interetnico

Ultimo aggiornamento: giovedì 07 luglio 2016