Contributi per i proprietari


In caso di sfratto convalidato ma non eseguito, i proprietari possono richiedere un contributo straordinario per fare fronte alla morosità, a condizione che l’esecuzione dello sfratto venga differita. L'alloggio in oggetto deve essere ubicato nel Comune di Bologna.

In particolare

  • il provvedimento di convalida con fissazione del termine per il rilascio deve essere già scaduto
  • l'inquilino deve essere in possesso dei requisiti necessari per la richiesta del contributo
  • deve essere redatto un accordo scritto tra le parti per il differimento dell’esecuzione


Il proprietario potrà richiedere una sola volta, allegando l’accordo con l’inquilino, l’erogazione di un contributo a fondo perduto – a parziale estinzione dei crediti del richiedente – in misura pari a:

  • 6 mensilità del canone indicato nel contratto scritto e registrato, in caso di rinvio per 6 mesi, comunque nella misura massima di 4.000 euro
  • 9 mensilità del canone indicato nel contratto scritto e registrato, in caso di rinvio per 9 mesi, comunque nella misura massima di 6.000 euro
  • 12 mensilità del canone indicato nel contratto scritto e registrato, in caso di rinvio per 12 mesi, comunque nella misura massima di 8.000 euro

Una volta riconosciuta l’ammissibilità al contributo, lo stesso verrà erogato mediante rate trimestrali posticipate, previa richiesta del proprietario che attesterà di volta in volta l'occupazione dell’alloggio.

Ultimo aggiornamento: martedì 09 dicembre 2014