Targa identificativa dell'amministratore di condominio

Per identificare i rappresentanti dei soggetti passivi obbligati al pagamento del canone per le occupazioni con passi carrabili, nonché per altre esigenze relative agli adempimenti posti dalla normativa a carico degli amministratori dei condomini, e per disporre di un elenco aggiornato dei nominativi degli amministratori di condominio, è obbligatorio esporre, nell’atrio del condominio, la “targa identificativa del nominativo dell’amministratore del condominio”. Si precisa che il Condominio è un ente di gestione che si viene a costituire quando sotto lo stesso tetto coabitano almeno due proprietari.

La targa, da esporre in ogni atrio, delle dimensioni di circa cm. 29 x cm. 21 (formato di un foglio A4), di plexiglas o materiale simile e possibilmente fosforescente (o armonizzabile in ottone negli edifici di pregio), dovrà riportare il logo del Comune di Bologna, in colore nero (o armonizzabile negli edifici di pregio) il nome del condominio, il codice fiscale del condominio, il nome dell’amministratore, l’indirizzo dello studio, il recapito telefonico, eventuale numero di fax e deve essere applicata al muro con il lato più lungo parallelo al solaio.
Per quanto riguarda il logo del Comune di Bologna dovranno essere rispettate le specifiche caratteristiche tecniche. L’utilizzo della targa in ottone deve essere molto limitato e riservato agli edifici di dichiarato valore storico-artistico.

L’amministratore del condominio è tenuto ad adempiere, predisponendo la targa secondo le caratteristiche sopra riportate, senza comunicare nulla al Comune. In caso di cambio dell’amministratore condominiale o di condominio di nuova costruzione il nuovo amministratore condominiale dovrà cambiare la targa e comunicare, entro tre mesi dalla nomina, al Comune il nuovo nominativo. Se il condominio ha più amministratori deve essere esposta una targa per ciascun amministratore.

L’Amministrazione Comunale a seguito di sopralluogo e raccolta informazioni costituirà la relativa banca dati dei nominativi degli amministratori e provvederà anche al relativo aggiornamento in difetto dei provvedimenti da effettuarsi dagli amministratori condominiali.

L’Urp Entrate del Comune di Bologna rimane a disposizione per dare informazioni specifiche su come deve essere predisposta la targa, i colori del logo, le dimensioni, le caratteristiche principali.

Dall' 1/3/2009 sono cominciate le relative verifiche da parte del Comune.

Solo nel caso di mancato adempimento da parte dell’amministratore condominiale, l’Amministrazione Comunale si riserva di provvedere direttamente addebitando successivamente le spese di fornitura e posa in opera ai condomini.

Costo e modalità di pagamento

Se sarà il Comune a provvedere direttamente ad affiggere la targa, addebiterà la spesa ai condomini:

  • 36 euro (oneri fiscali inclusi) per le targhe in plexiglas o materiale simile;
  • 49,80 euro (oneri fiscali inclusi) per le targhe in ottone negli edifici di pregio.

I suddetti importi sono comprensivi della fornitura e della posa in opera.

Dove rivolgersi


caricamento in corso...

Competenze

Normativa di riferimento »

Determina Dirigenziale n. 285318/2008 del 28/11/2008

Ultimo aggiornamento: mercoledì 21 ottobre 2009