Documenti

Le colline fuori della porta 2017



Con dieci anni di passeggiate e di escursioni alle spalle, ricomincia il fortunato programma, promosso dalla Fondazione Villa Ghigi e Comune di Bologna, insieme alle associazioni riunite nella Consulta per l’Escursionismo di Bologna, che conduce lunghe file di appassionati in giro per le colline bolognesi.

Quest’anno gli appuntamenti sono ben 22 e da marzo a novembre ci saranno occasioni davvero per tutti i gusti, dalle passeggiate a tema nel Parco Villa Ghigi e in altri luoghi delle prime colline affacciate sulla città agli altri parchi collinari bolognesi, dal Parco della Chiusa a Casalecchio ai Prati di Mugnano, a Sasso Marconi e al Contrafforte Pliocenico, dagli affioramenti gessosi sopra San Lazzaro e sopra Zola Predosa a un campo di lavanda a Tolè e molto altro ancora.

Il primo appuntamento, guidato dalla Fondazione Villa Ghigi, è per domenica 26 marzo: a partire dalla stazione ferroviaria di Sasso Marconi, con un percorso ad anello, si salirà all’ex tenuta di Villa la Quiete per poi tagliare il boscoso versante settentrionale di Monte Mario, incrociando i tanti fossi che alimentano il rio della Fornace, e si rientrerà attraverso il Parco dei Prati di Mugnano (da qualche anno gestito dalla Fondazione Villa Ghigi).

Un altro appuntamento interessante è quello del 21 maggio, nella "Giornata dei Sentieri e delle aree protette" sono previste tre escursioni in contemporanea, pensando anche a chi ha qualche problema in più degli altri a vivere il territorio.

Passeggiate ed escursioni sono gratuite e non occorre prenotarsi.


Consigli per i partecipanti


Le passeggiate sono percorsi più brevi e agevoli, analoghi a quelli organizzati molte volte nel Parco Villa Ghigi e nelle immediate vicinanze. Sono sufficienti scarpe
comode e robuste e un ombrello (o una giacca impermeabile) in caso di tempo incerto. Le escursioni sono più lunghe e impegnative: richiedono una certa abitudine e un po’ di allenamento a camminare per qualche ora in salita e discesa su terreni sconnessi e a volte invasi dalla vegetazione. Servono scarponcini o pedule da montagna e non scarpe con suola liscia. È utile portare con sé uno zainetto con berretto, guanti, giacca impermeabile, occhiali da sole, acqua e il necessario per un pranzo al sacco.

Meglio indossare abiti robusti da campagna, che resistano a rami e spine, e vestirsi a strati, per potersi alleggerire o coprire all’occasione.
In caso di pioggia particolarmente forte sia le passeggiate che le escursioni si intendono annullate. Come si è riusciti a fare a volte in passato si cercherà, se possibile, di recuperarle in qualche domenica disponibile, facendo circolare l’informazione attraverso siti web, email, telefoni e passaparola.

Programma primavera 2017

Domenica 26 marzo       
"Boschi e acque intorno al rio della Fornace"
Domenica 2 aprile
"Dal Reno al Savena: la traversata dei colli bolognesi"
Domenica 9 aprile
"Parco Villa Ghigi: natura e letteratura di inizio primavera"
Sabato 22 aprile
"Dai gessi ai calanchi"
Sabato 29 aprile
"La Dolina di Gaibola"      
Domenica 7 maggio
"Da Porta Santo Stefano a Chiesa Nuova"
Domenica 14 maggio
"Dal Parco Villa Ghigi all'Eremo di Ronzano: fiori e insetti impollinatori"
Domenica 21 maggio           
"Il Contrafforte Pliocenico e Monte Sole"
Domenica 28 maggio "Da San Ruffillo, tra i fiori di ginestra, a Piazza Maggiore"
Domenica 4 giugno "I belvederi sulla città all'ora del tramonto"
Domenica 11 giugno "Verdi colline e tristi memorie della guerra"
Domenica 25 giugno "L'anello della lavanda"

Per informazioni


caricamento in corso...

Ultimo aggiornamento: lunedì 27 marzo 2017