Rete di educazione alla sostenibilità


RES è l’acronimo che indica la Rete di educazione alla sostenibilità dell’Emilia-Romagna.
La rete, coordinata dalla Regione Emilia-Romagna, che partecipa con tutte le sue articolazioni coinvolte in progetti educativi, è costituita da 36 “nodi” distribuiti nel territorio regionale: i 36 CEAS – centri di educazione alla sostenibilità accreditati, grazie al loro patrimonio di conoscenze ed esperienze, sono il punto di riferimento operativo locale per le attività di informazione ed educazione alla sostenibilità.

Della RES fanno parte oltre 100 comuni, associazioni ambientaliste e di volontariato sociale, fondazioni, enti gestori di aree protette e altri enti pubblici e privati. Una pluralità di soggetti che ha in comune l’obiettivo di promuovere la cultura della sostenibilità.

In occasione della chiusura del decennio DESS Unesco (24-30 novembre 2014), la Rete si presenta con il Programma INFEAS 2014-2016 e una rinnovata immagine coordinata. Il nuovo marchio a spirale, una delle forme geometriche più diffuse in natura, riprende e aggiorna la chiocciola che ha identificato per quasi vent’anni l’educazione ambientale in Emilia-Romagna e ne rappresenta una sorta di evoluzione.

La nuova immagine, infatti, è una tappa fondamentale nel processo di riorganizzazione partecipata del sistema regionale INFEAS e la base di partenza per una comunicazione integrata capace di far emergere nitidamente la rete regionale e i suoi singoli nodi, che da tempo offrono una ricca gamma di servizi educativi alla cittadinanza, dall’infanzia all’età adulta, per favorire e diffondere sempre più largamente comportamenti e stili di vita responsabili.

Elenco dei centri di educazione alla sostenibilità accreditati dalla Regione Emilia-Romagna

Ultimo aggiornamento: mercoledì 16 marzo 2016