Vincolo idrogeologico


Il vincolo idrogeologico, istituito dal Regio Decreto 3267/1923 tutt'ora in vigore, è lo strumento che consente la tutela di quelle aree che, a fronte di interventi di trasformazione comportanti movimentazione di terreno, sono passibili di dissesto in termini di stabilità dei versanti o di regimazione delle acque.

La perimetrazione delle aree sottoposte a vincolo idrogeologico è definita sulla Carta Unica del Territorio del PSC del Comune di Bologna, nell'ambito del tematismo Tutele: Stabilità dei Versanti ed è consultabile tramite accesso al Sistema Informativo Territoriale del Settore Urbanistica ed Edilizia.  



La L.R. 3/99 assegna ai Comuni le competenze in materia di vincolo idrogeologico ed il Comune di Bologna, in osservanza a quanto disposto dalla L.R. 3/99 e dalla Direttiva Regionale n. 1117/2000 che ha introdotto diverse forme procedurali suddividendo le opere in tre elenchi in base alla loro entità e consistenza, ha approvato un proprio Regolamento per la gestione del vincolo idrogeologico che prevede:

Per le opere comprese nell'elenco 1 occorre presentare un'istanza di autorizzazione / sanatoria / variante / rinnovo / proroga.

Per le opere comprese nell'elenco 2 occorre la comunicazione di inizio attività.

Per le opere comprese nell'elenco 3 è possibile procedere liberamente ai lavori.

Presentazione delle domande

La presentazione delle istanze dovrà avvenire in modalità telematica tramite la piattaforma online Scrivania del Professionista, pertanto sarà necessario identificare un Procuratore Speciale che provvederà all'invio dell'istanza, opportunamente compilata, e della necessaria documentazione allegata, comprensiva della dichiarazione di assolvimento dell'imposta di bollo; tutta la documentazione dovrà avere formato p7m.






Per assistenza informatica su eventuali problematiche riscontrate sulla piattaforma Scrivania del Professionista scrivere a: scrivaniadelprofessionista@comune.bologna.it inserendo l'indicazione sintetica del problema e se possibile un recapito telefonico.

I diritti di segreteria potranno essere versati con bollettino postale sul c/c  n. 17242405 intestato a Comune di Bologna – Servizio Tesoreria oppure mediante bonifico bancario a favore di Comune di Bologna - Servizio Tesoreria codice IBAN T88 R020 0802 4350 00020067156, causale “Diritti di segreteria per pratiche vincolo idrogeologico".

Il procedimento, nel caso di istanza di autorizzazione/sanatoria/variante/rinnovo ha una durata di 60 giorni dalla data di presentazione dell'istanza, di 30 giorni nel caso di istanza di proroga di autorizzazione e comunicazione di inizio lavori e potrà essere sospeso una sola volta per la richiesta di chiarimenti o integrazioni, come previsto da Regolamento sul procedimento amministrativo del Comune di Bologna ai sensi dello stesso Regolamento tutti i procedimenti potranno subire interruzione entro i primi 10 giorni dalla data di presentazione per carenza documentale.

Per informazioni


caricamento in corso...

Competenze

Normativa di riferimento »

Regolamento per la gestione del vincolo idrogeologico di cui al R.D.L. 3267/1923 e R.D. 1126/1926 - PG n. 282651/2008 O.d.G. 9/2009

R.D.L. n. 3267 del 30/12/1923 “Riordinamento e riforma della legislazione in materia di boschi e di terreni montani”
R.D. n. 1126 del 16/05/1926 “Approvazione del regolamento per l’applicazione del R.D.L. n. 3267 del 30/12/1923”
Deliberazione Giunta Regionale Emilia Romagna n. 182 del 31/01/1995 “Prescrizioni di massima e di polizia forestale”
L. n. 265 del 03/08/1999 “Disposizioni in materia di autonomia e ordinamento degli enti locali”
L.R. n.3 del 21/04/1999 “Riforma del sistema regionale e locale”
L.R. n. 20 del 24/05/2000 “Disciplina generale sulla tutela e l’uso del territorio”
Deliberazione Giunta Regionale Emilia Romagna n. 1117 del 11/07/2000 “Direttiva regionale concernente le procedure amministrative e le norme tecniche relative alla gestione del Vincolo Idrogeologico”, ai sensi ed in attuazione degli artt. 148, 149, 150 e 151 della L.R. 21/04/1999 n. 3
D.Lgs. n. 152 del 03/04/2006 “Norme in materia ambientale”
D.M. 14/01/2008 nuove “Norme Tecniche per le Costruzioni”
Quadro Normativo del Piano Strutturale Comunale (PSC) 2007 del Comune di Bologna approvato con Delibera del Consiglio Comunale n. 133 del 14/07/2008
Regolamento Urbanistico Edilizio (RUE) del Comune di Bologna approvato con Delibera del Consiglio Comunale n. 137del 20/04/2009

Ultimo aggiornamento: mercoledì 18 gennaio 2017