Immagini

Zoom-in

Bio-Habitat


In alcuni parchi della città la gestione biologica del verde sta contribuendo a creare equilibrio nell’ecosistema urbano attraverso l’adozione di tecniche a basso impatto ambientale e la salvaguardia della biodiversità.
Ormai dal 2008, infatti, l’Amministrazione comunale di Bologna ha deciso di adottare una gestione biologica di una parte del verde pubblico, circa 100 degli oltre 1.100 ettari di cui si compone il ricco patrimonio pubblico. Grazie all’offerta migliorativa dell’Associazione Temporanea di Imprese vincitrice della gara per la gestione del “Servizio di manutenzione del patrimonio verde comunale”, è stato infatti possibile applicare il metodo Bio-Habitat nella cura del verde pubblico di importanti parchi di Bologna.
Il metodo Bio-Habitat si traduce in una concezione assolutamente innovativa della cura del verde urbano e si basa su un  disciplinare ispirato alle norme ed alle tecniche dell’agricoltura biologica, elaborato da Pro.B.E.R. – l’Associazione dei Produttori Biologici e Biodinamici dell’Emilia Romagna – insieme a Serbios (azienda leader specializzata nella difesa e nutrizione biologica delle piante) per trasferire anche alla gestione del verde non agricolo i principi dell’agricoltura biologica, con vantaggi notevoli dal punto di vista ecologico, ambientale, sociale, della salute pubblica, oltre che economico.
Solo la corretta applicazione del disciplinare – eseguita da operatori specificamente formati dalle imprese dell’ATI vincitrice – può determinare l’adesione a Bio-Habitat, con il conseguente riconoscimento della certificazione e l’uso del relativo marchio. Gli obiettivi del progetto riguardano la creazione di un prezioso equilibro nell’ecosistema urbano (ad iniziare dalle sementi e dai mezzi tecnici, fino agli elementi d’arredo) attraverso l’utilizzo di tecniche a basso impatto nella gestione delle aree verdi, allo scopo di tutelare la fauna presente e la biodiversità, rimuovendo nel contempo le cause di alterazioni ambientali ed eliminando l’impiego di prodotti di sintesi per la nutrizione e la difesa delle piante.

La riqualificazione e rivalutazione degli spazi verdi tramite la gestione biologica dell'ambiente riduce infatti considerevolmente gli agenti inquinanti che danneggiano la salute dei cittadini, ed in particolare delle fasce più deboli (bambini ed anziani). Il metodo Bio-Habitat è condiviso anche da Legambiente.

Competenze

Ultimo aggiornamento: lunedì 29 febbraio 2016