Mappa acustica strategica e piano d'azione


Il D.Lgs n. 194/05 “Attuazione della Direttiva 2002/49/CE relativa alla determinazione ed alla gestione del rumore ambientale” introduce l’obbligo di elaborare la mappatura acustica strategica degli agglomerati urbani e di predisporre il piano d’azione.

La mappatura acustica strategica ha lo scopo di rappresentare la distribuzione dei livelli di rumore Lden (livello diurno/serale/notturno) e Lnight (livello notturno) sul territorio per effetto di tutte le sorgenti sonore in esso presenti (strade, ferrovie, aeroporti, ecc.).
La mappatura si distingue dunque dalla Classificazione acustica del territorio comunale, rispondente alla legge quadro 447/95, che rappresenta invece i valori limite di rumorosità da rispettarsi nel territorio comunale.

Il piano d’azione individua gli interventi e le azioni orientati ad evitare e ridurre il rumore ambientale.

L’agglomerato di Bologna è stato individuato dalla Regione Emilia-Romagna nell’area che inviluppa i territori dei comuni di Bologna, Casalecchio di Reno, Calderara di Reno, Castel Maggiore e San Lazzaro di Savena.

La mappatura acustica strategica dell’agglomerato di Bologna, aggiornata a luglio 2013, e il relativo Piano d’azione sono stati assunti dalla Giunta comunale in data 23.07.2013 con PG 176826/13.
La relativa documentazione è scaricabile dalla presente pagina.

Normativa di riferimento »

D.Lgs n. 194/05 “Attuazione della direttiva 2002/49/CE relativa alla determinazione del rumore ambientale”

Ultimo aggiornamento: giovedì 14 settembre 2017