Monitoraggi e studi integrativi sulla qualità dell'aria




Dal 1999 il Comune esegue, in collaborazione con Arpae, campagne di monitoraggio della qualità dell’aria ad integrazione dei dati registrati dalla rete fissa, con diverse finalità: pianificazione e monitoraggio dei piani (Piano del Traffico, Piano Strutturale Comunale), monitoraggio gli effetti di alcune decisioni temporanee sulla mobilità (istituzione di zone 30, spegnimento di SIRIO, T-Days), per verificare l’impatto prodotto da attività industriali (Sintexcal, Valli Zabban), cantieri e infrastrutture esistenti o sulle quali sono previsti nuovi progetti (Aeroporto, Sistema tangenziale-autostrada).

Dal 2011 i monitoraggi sono svolti da un laboratorio mobile di proprietà del Comune, che, grazie alle convenzioni con Arpae, consente la programmazione e la realizzazione di campagne annuali o biennali sul territorio comunale.

Le campagne realizzate ed i relativi risultati sono inoltre consultabili in una mappa interattiva che riporta tutti i luoghi in cui sono state effettuate misure (periodiche o permanenti).

2019

Attrezzature sportive
La campagna svolta ha per obiettivo il monitoraggio della qualità dell'aria in aree caratterizzate da una forte presenza di utenti per attività sportive e ricreative all'aperto.
La scelta del luogo è frutto del percorso partecipato avviato all'interno del Laboratorio Aria sui temi della qualità dell'aria in città, legati alle buone pratiche ed agli impatti sulla salute.


2018

Sistema Tangenziale/Autostrada
Prosecuzione delle campagne di monitoraggio nelle aree prossime all’infrastruttura, caratterizzate da forte densità abitativa e da siti sensibili (scuole, centri sportivi e ricreativi, residenze per anziani).

2017

Sistema Tangenziale/Autostrada
A seguito del progetto di ampliamento del sistema tangenziale-autostrada, sono state realizzate campagne di monitoraggio nelle aree prossime alla struttura caratterizzate da forte densità abitativa e da siti sensibili (scuole, centri sportivi e ricreativi, residenze per anziani).




2016

Quartiere San Donato/Fiera
La campagna svolta ha per obiettivo il monitoraggio della qualità dell’aria in un’area residenziale assimilabile ad un fondo urbano, ma interessata dalla presenza di importanti poli attrattivi (Fiera) e da future trasformazioni.

2015

Sistema Tangenziale/Autostrada
Proseguimento della campagna di misure finalizzata alla valutazione degli impatti indotti dal sistema tangenziale/autostrada sulla qualità dell’aria della città. La campagna è stata realizzata con 2 laboratori mobili, ubicati negli stessi punti del precedente monitoraggio (2012), ma in una stagione diversa, al fine di valutare l’apporto degli inquinanti in vari periodi dell’anno.

2014

Piano della pedonalità
Proseguimento delle campagne di monitoraggio realizzate nel 2012 e nel 2013, volte ad approfondire gli effetti dei provvedimenti di limitazione alla circolazione (T-Days e progetto “Di nuovo in centro”). La campagna è stata svolta con due mezzi mobili ubicati in via Rizzoli e Via Irnerio – Sferisterio.


2013

Inventario delle emissioni sul territorio comunale
Elaborazione, a cura di Arpa, delle emissioni sul territorio comunale, a partire dall'Inventario regionale sulle emissioni in atmosfera, con un particolare approfondimento sugli apporti emissivi degli impianti di riscaldamento e su quelli da traffico.
Per 11 macrosettori (produzione di energia, combustione non industriale, combustione industriale, processi produttivi, estrazione e distribuzione di combustibili fossili, uso di solventi, trasporti stradali, altre sorgenti mobili, trattamento rifiuti, agricoltura e altre emissioni) sono stati stimati gli contributi percentuali sui principali inquinanti in aria.



Piano della pedonalità

Seconda campagna di monitoraggio per la caratterizzazione della qualità dell’aria nel centro storico (Via Rizzoli), al fine di valutare gli effetti delle limitazioni al traffico "T-Days" e dei provvedimenti legati al progetto “Di nuovo in centro”. La prima campagna era stata svolta nel 2012, prima dell’entrata in vigore delle limitazioni.





Alta Velocità/Nido Pollicino
Nei pressi del cantiere stazione per l’Alta Velocità, è stata realizzata la terza campagna di monitoraggio delle polveri presso il giardino del nido d’infanzia Pollicino, anche a seguito di una formale richiesta di alcuni genitori.




Aeroporto

Seconda campagna di monitoraggio sulla qualità dell'aria nei pressi dell'aeroporto “G. Marconi” a seguito di quella svolta nell'estate del 2011: i rilievi sono stati eseguiti nella stessa posizione del precedente monitoraggio (sedime aeroportuale e Via della Selva Pescarola), utilizzando due laboratori mobili.

2012

Sistema Tangenziale/Autostrada
La campagna svolta è finalizzata alla valutazione degli impatti indotti dall’infrastruttura sulla qualità dell’aria della città. La campagna è stata realizzata con due laboratori mobili , uno del Comune e uno della Provincia, che ha condiviso gli obiettivi e le modalità del monitoraggio.





Impianti di riscaldamento – Quartiere Navile
Il monitoraggio svolto ha per obiettivo la stima dei contributi alle emissioni in atmosfera derivanti da riscaldamento residenziale, con un approfondimento particolare sulla qualità dell’aria nella zona prossima alla centrale termica PEEP Corticella (via Byron).



Interramento Via Gobetti – Quartiere Navile
Monitoraggio delle PM10 presso il cantiere Ex Mercato Ortofrutticolo durante i lavori di realizzazione dell’opera di parziale interramento di via Gobetti. I rilievi sono stati effettuati durante le fasi di cantiere ritenute maggiormente impattanti.

Piano della pedonalità
La campagna di monitoraggio svolta ha per obiettivo la caratterizzazione della qualità dell’aria nel centro storico (Via Rizzoli), per valutare le eventuali differenze dopo l’entrata in vigore dei T-Days e dei provvedimenti legati al progetto “Di nuovo in centro”.


2011

Alta Velocità/Nido Pollicino
Nei pressi del cantiere stazione per l’Alta Velocità, è stata realizzata una seconda campagna di monitoraggio delle polveri presso il giardino del nido d’infanzia Pollicino, anche a seguito di una formale richiesta di alcuni genitori.


Aeroporto
Nell’estate 2011,è stato svolto il primo monitoraggio sulla qualità dell’aria nei pressi dell’Aeroporto “G. Marconi”. Sono stati utilizzati due laboratori mobili: quello del Comune posizionato all’interno dell’area aeroportuale per caratterizzare la qualità dell’aria nelle immediate vicinanze delle attività e quello di proprietà della Provincia di Bologna, collocato in via della Selva Pescarola, per valutare il possibile impatto di decolli e atterraggi sul lato Bologna.


2010

Alta Velocità
Nell’area del cantiere per l’Alta Velocità (via Carracci) è stato realizzato, In accordo con Arpa, Provincia e AUSL, un monitoraggio delle polveri in contemporanea a quello realizzato da Italferr, in modo da confrontare i dati e controllare l’attendibilità dei valori forniti dall’impresa.

Alta Velocità/Nido Pollicino
Nei pressi del cantiere stazione per l’Alta Velocità, è stata realizzata una campagna di monitoraggio delle polveri presso il giardino del nido d’infanzia Pollicino, anche a seguito di una formale richiesta di alcuni genitori.

Via del Traghetto – Quartiere Navile
A seguito delle numerose segnalazioni provenienti dai residenti nella zona Noce è stato svolto un approfondimento della valutazione della qualità dell’aria nell’area circostante gli stabilimenti produttivi Valli Zabban e Coop Costruzioni, al fine di valutare le concentrazioni di inquinanti e la loro relazioni con i problemi odorigeni legati alle attività delle aziende.


SIRIO
Il monitoraggio svolto vuole approfondire gli effetti dello spegnimento anticipato di SIRIO (alle 18.00 anziché alle 20.00) sulla qualità dell’aria nel centro storico.

2009

Benzene

La campagna, svolta con campionatori passivi, ha per obiettivo la valutazione delle concentrazioni di benzene e di altri idrocarburi aromatici nell’area universitaria e nella ZTL, e dell’efficacia dei provvedimenti restrittivi di circolazione dei mezzi a motore e delle nuove pedonalizzazioni nella zona universitaria attuate nel 2008.

Dal 2007 ad oggi

Termovalorizzatore Frullo
Nel 2008 il Comune di Bologna ha aderito ad un protocollo d’intesa con la Provincia, i comuni di Granarolo dell’Emilia e Castenaso, ARPA, Università di Bologna e FEA Frullo Energia e Ambiente per il monitoraggio ambientale dell’inceneritore in via del Frullo a Granarolo.
Il protocollo prevedeva un Gruppo Tecnico di coordinamento formato dai sottoscrittori per la valutazione dei dati ambientali relativi ai monitoraggi della qualità dell’aria circostante l’impianto e per l’analisi dei dati del progetto Moniter relativo al monitoraggio degli inceneritori sul suolo regionale.



2007

Via Agucchi – Quartiere Borgo Panigale
A seguito delle numerose segnalazioni provenienti dai residenti, è stato svolto un approfondimento della valutazione della qualità dell’aria nell’area circostante lo stabilimento produttivo della Ditta Sintexcal S.p.A., al fine di valutare le concentrazioni di inquinanti e la loro relazioni con i problemi odorigeni legati alle attività dell’azienda.

2005-2006

SIRIO
Il monitoraggio è stato effettuato con l’obiettivo di confrontare lo stato della qualità dell’aria nei periodi in cui erano attive le limitazioni del traffico nella ZTL ed in quelle in cui non erano attive (festività natalizie 2005, gennaio 2006).

2004

Centro storico
Studio della qualità dell'aria in via D'Azeglio e nelle zone immediatamente limitrofe di via Farini e via Rizzoli, significativa per fornire elementi rispetto all'efficacia di interventi di pedonalizzazione molto limitati, quale quello di una singola strada all'interno di un'area a circolazione sostenuta.

1999

Centro storico
Le due campagne svolte hanno evidenziato numerosi superamenti dei limiti normativi. Il punto di maggiore criticità, su cui si è avviata una ulteriore sperimentazione, è risultato essere Strada Maggiore, che è anche rappresentativa della viabilità del centro storico. La presenza di portici ed il rapporto larghezza strada/altezza edifici estremamente basso inibiscono la dispersione laterale degli inquinanti, favorendo il cosiddetto “effetto canyon”.

Dove rivolgersi


caricamento in corso...

Ultimo aggiornamento: mercoledì 25 settembre 2019