Interventi possibili


Interventi larvicidi (contro le larve di zanzara tigre)

Si tratta di immettere nei tombini un prodotto, che può essere in compresse, granuli o liquido, che impedisce lo sviluppo delle larve di zanzara.
I prodotti non sono tossici, ma comunque si deve prestare attenzione alla loro conservazione e al loro utilizzo. Sono in commercio diversi prodotti: è importante usarli secondo le prescrizioni riportate in etichetta, sia per la quantità, sia per la frequenza di utilizzo.  In farmacia si possono trovare prodotti a prezzo concordato. Conservare lo scontrino di acquisto dei prodotti per esibirlo agli addetti ai controlli.

Rimozione dei focolai larvali (piccole raccolte d’acqua)

Occorre evitare che all’aperto ci siano contenitori, anche piccoli, che possono raccogliere acqua e ospitare le larve di zanzara tigre.

Interventi adulticidi (contro le zanzare tigre adulte)

Sono interventi insetticidi, da farsi soltanto quando il numero di zanzare tigre è molto alto, e non a scopo preventivo (meglio i larvicidi). Devono essere eseguiti da una ditta specializzata irrorando di insetticida la vegetazione presente fino al massimo 3-4 metri di altezza. Devono essere fatti in assenza di persone e animali domestici, e in assenza di vento. E' un intervento di emergenza, da attuarsi soltanto in caso di vera necessità, perché uccide tutti gli insetti presenti, anche quelli utili, e comunque è dannoso per l’ambiente. E' meglio usare i prodotti a base di piretrine naturali o piretroidi senza solventi pericolosi, preferendo quelli a tossicità più bassa.

Competenze

Ultimo aggiornamento: martedì 05 maggio 2015