Domanda per tagliare e potare il bosco


Per la salvaguardia del patrimonio forestale e per una corretta gestione delle attività selvicolturali, nel 1995 la Regione ha emanato le norme "Prescrizioni di Massima di Polizia Forestale (PMPF) da seguire per l'effettuazione dei tagli ed di altri interventi consentiti nelle aree forestali. Sono esclusi da questo ambito di applicazione i parchi e giardini urbani che rientrano nelle tutele previste dal Regolamento Comunale del Verde Pubblico e Privato.

Le PMPF impongono la richiesta di Autorizzazione o di Comunicazione a seconda del tipo di intervento da eseguire e hanno lo scopo di garantire un razionale utilizzo delle risorse forestali  attraverso le forme di governo e i trattamenti che meglio favoriscono la tutela, lo sviluppo e la produttività dei boschi. A tali norme devono attenersi tutti coloro che intendono effettuare interventi di utilizzazione, conversione, potatura, ripulitura o qualsiasi altro intervento in tutte le aree boscate, dovunque collocate, anche nelle zone non soggette a vincolo idrogeologico.

Per l'esecuzione di interventi nelle aree forestali nel territorio del Comune di Bologna, in applicazione della Legge regionale 13/2015, ora è necessario che gli interessati presentino comunicazione o istanza al Comune (non più alla Città Metropolitana), con le modalità di seguito indicate.
Le funzioni di vigilanza e di polizia sul territorio spettano al Comando Unità per la Tutela Forestale, Ambientale e Agroalimentare dei Carabinieri - Corpo Forestale dello Stato e a tutti gli altri organi preposti dalla legge.

Come presentare la domanda per tagliare il bosco

Con delibera di Giunta Regionale n.47/2016, la Regione Emilia-Romagna ha approvato le modalità di accesso e di funzionamento del programma per la gestione on-line delle pratiche PMPF (Disposizioni attuative).

Dal 1° luglio 2016, quindi, le domande/comunicazioni per taglio legna, pulizia di aree forestali, avviamento all'alto fusto, ecc. devono essere presentate esclusivamente attraverso la procedura telematica, con accesso al seguente indirizzo.


Account FedERa

Per presentare le domande di taglio è dunque necessario disporre di apposita abilitazione e autorizzazione individuale (nome utente/password) attraverso un account FedERa (Federazione degli Enti dell'Emilia-Romagna per l'Autenticazione) ad alta affidabilità; per avere l'autenticazione occorre recarsi:

- o presso il Comune di Bologna con le modalità e orari riportati qui.

- o presso uno qualsiasi degli enti gestori delle credenziali FedERa (l'elenco degli enti gestori delle credenziali e tutte le istruzioni riguardanti modalità alternative a quella precedentemente illustrata sono disponibili a questo link.

Ottenuta l’autorizzazione, per operare basterà collegarsi al seguente indirizzo web.

Manuale di istruzione


Il manuale di istruzione definisce le modalità per l’accesso ed illustra il funzionamento dell’applicativo ed è disponibile a destra della pagina.

In particolare si evidenzia che, in relazione alla finalità dell’intervento, hanno titolo a presentare le domande/comunicazioni i soggetti di seguito indicati:

- per utilizzazione di autoconsumo (fino a 30t./anno o fino a 0.50 Ha), i proprietari e/o altri soggetti indicati al punto 2. C.2 delle disposizioni attuative;

- per utilizzazioni di tipo commerciale:

  • le aziende iscritte all’albo delle imprese forestali di cui al  D.G.R. 1021/2015:
  • le aziende agricole iscritte all’anagrafe delle aziende agricole, per interventi su terreni boscati in gestione alla propria azienda, a condizione che gli stessi siano presenti nel piano colturale aziendale;
  • altri soggetti per l’esecuzione di interventi diversi previsti dalle PMPF, nell’ambito dell’esercizio di impresa così come definito dalla normativa vigente.


Una volta compilata la domanda on line, occorre salvarla e presentarla via PEC al seguente indirizzo: protocollogenerale@pec.comune.bologna.it

Validità delle Comunicazioni/Autorizzazioni

La validità delle Comunicazioni/Autorizzazioni può essere estesa a sole 2 annate, mentre restano invariati i termini dei procedimenti indicati dall’art. 2 e 3 delle PMPF, ovvero:
- inoltro della comunicazione almeno 30 giorni prima dell’avvio dell’intervento oggetto di comunicazione;
- conclusione del procedimento di autorizzazione a seguito istanza entro 45 giorni dal ricevimento.

Indicazioni per assolvimento dell'imposta di bollo

Per gli interventi per i quali è necessaria l'autorizzazione ai sensi dell'art. 2 delle PMPF occorre presentare l'istanza con la dichiarazione di assolvimento dell'imposta di bollo, allegato a destra della pagina.
Il modulo va inoltrato come allegato alla domanda su Federa.

Per informazioni


caricamento in corso...

Normativa di riferimento »

Normativa Regionale
Legge regionale 13/2015
Delibera di Giunta Regionale n.47/2016

Ultimo aggiornamento: lunedì 13 novembre 2017