Parco Pier Paolo Pasolini

Il disegno del parco è piuttosto schematico. L'elemento di maggiore evidenza è il lungo viale rettilineo di pioppi cipressini che dall'ingresso del parco di via San Donato si spinge fino a via Negri. Lungo il viale si sviluppa il complesso scultoreo composto da circa 200 figure umane a grandezza naturale, un teatro-scultura e un sorta di necropoli all'interno di due conche ricavate nel prato; l'opera, realizzata tra il 1974 e il 1984 da Nicola Zamboni, è sicuramente l'intervento artistico più significativo compiuto negli ultimi decenni nel verde bolognese.

Indirizzo

Ingresso. via Casini, via Pirandello, via Salgari